Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Vaso Mist largo
Mist

Vaso Mist largo

Scrivi una recensione
Colore verde petrolio

L'articolo è disponibile Solo 0 pezzi disponibili L'articolo è esaurito L'articolo non è disponibile

Design di Tamer Nakışçı

Questo ampio vaso scultoreo della collezione NUDE Mist di Tamer Nakisçi è creato utilizzando metodi tradizionali di lavorazione del vetro: fuso da cristallo ondulato senza piombo, si forma un pezzo semplice ma decorativo. L'effetto tattile increspato rende gli steli dei fiori leggermente sfocati, reindirizzando l'occhio ai petali.

Altezza: 210 mm
Larghezza: 270 mm
Profondità: 100 mm
Materiale: Cristallo senza piombo

The mastery and craftsmanship of handmade glass is a signature of NUDE.

NUDE prides itself in its artisanal approach to glassware, specializing in handmade, pure crystalline glass, be the pieces blown or press-blown. With their Master blowers, NUDE continues to hand
make much of the world’s most acclaimed glassware.

We recommend washing this product by hand using a soft sponge, brush or by hand.

Please avoid using the scourer side of the sponge as it will create scratching on the surface of the glass.

After hand washing, let the product dry. Finish cleaning by drying and polishing the product using a soft cloth, preferably microfiber.

INTRODUCING

Tamer Nakışçı

Tamer Nakışçı, che attualmente vive e lavora tra Istanbul e Londra, si descrive come un designer interdisciplinare, il cui obiettivo finale è quello di portare nuove prospettive al mondo del design. La sua convinzione è che anche un oggetto progettato dovrebbe essere aperto all'interpretazione, creato in modo che ogni singolo utente possa interagire con esso a modo suo. Tamer ha studiato design industriale alla Mimar Sinan University of Fine Arts di Istanbul ed è stato invitato in quel periodo a far parte del prestigioso Fiat Advanced Design Concept Lab di Milano. Fu lì che apprese l'importanza dell'emozione e della narrativa nel design. Ma sono state le visite regolari dell'infanzia al laboratorio di falegnameria di suo padre che hanno acceso il suo entusiasmo iniziale per il fare. Ha ideato un'installazione interattiva di grande successo alla Royal Academy di Londra, ha preso parte a una mostra curata dalla rivista Wallpaper al Salone del Mobile di Milano, ha partecipato a conversazioni sulla Biennale del Design di Istanbul, è apparso sulla rivista Dwell come una stella nascente.